04
Novembre
2015
|
09:09
Europe/Amsterdam

Gran Premio degli Stati Uniti 2015 - Qualifiche

QUALIFICHE INTERROTTE A CAUSA DELLA PIOGGIA TORRENZIALE: SESSIONE RINVIATA A DOMANI MATTINA

LEWIS HAMILTON IL PIU' VELOCE NELLE FP3 CON IL CINTURATO BLUE WET

MIGLIORAMENTO DELLE CONDIZIONI METEO PREVISTO PER LA GARA DI DOMANI

La pioggia incessante che ieri ha portato alla cancellazione della FP2 è continuata a cadere, come previsto, durante la notte, obbligando a posticipare a domenica mattina le qualifiche (come avvenne nel Gran Premio del Giappone 2010). La sessione è stata, dunque, riprogrammata per le 9 di domenica mattina; è previsto un miglioramento delle condizioni meteo che potrebbe consentire anche l’utilizzo dei P Zero White medium e P Zero Yellow soft, scelti per questa gara. L'unica sessione che si è tenuta oggi è stata quella delle prove libere di questa mattina, durante la quale è stato utilizzato unicamente il Cinturato Blue wet. Nonostante la pioggia sia caduta copiosa durante l’intera sessione, i piloti hanno comunque effettuato dei giri nel caso in cui l’ordine della FP3 fosse valso per definire la griglia di gara. Hamilton è stato il più veloce della sessione, con otto decimi di distacco dal secondo, Sebastian Vettel, seguito a sua volta da Nico Hulkenberg. Paul Hembery, Direttore Motorsport Pirelli: “Da inglese, conosco molto bene la pioggia. Mi ha ricordato un po’ quanto avvenne nel Gran Premio di Australia di due anni fa, quando Il sabato si disputò solo la Q1, mentre la Q2 e la Q3 vennero rinviate alla domenica per la troppa pioggia. Guardando al lato positivo, i team sono riusciti a completare una serie di giri con la gomma full wet che potrebbero rivelarsi utili anche se le condizioni meteo sono previste in miglioramento per la gara di domani. Nessuno ha avuto molto tempo per prepararsi alla gara e tutti i piloti hanno l’intera allocazione di gomme slick a disposizione, il che può aprire il campo a diverse opzioni strategiche”. La previsione di strategia: Avendo effettuato così pochi giri (solo in FP1 e FP3, corsi esclusivamente in condizioni di bagnato) le squadre non hanno avuto alcuna possibilità di formulare la strategia ideale sugli pneumatici slick. Tuttavia, i calcoli teorici indicano che una strategia a due soste è quella migliore, come è stato anche lo scorso anno. Al momento, è difficile prevedere i tempi dei pit stop o i livelli di usura e di degrado.

Mescole più veloci in FP3:
1 Hamilton 1m59.517s Wet usato
2 Vettel 2m00.380s Wet usato
3 Hulkenberg 2m00.496s Wet usato