18
Giugno
2016
|
18:12
Europe/Amsterdam

Gran Premio d’Europa 2016 – Qualifiche

POLE POSITION DI NICO ROSBERG SUI P ZERO SUPERSOFT NEL PRIMO GRAN PREMIO A BAKU

PER DOMANI PREVISTA UNA STRATEGIA DI UNA SOSTA

LIVELLI DI CONSUMO BASSI, MA LE SAFETY CAR POTREBBERO STRAVOLGERE LA STRATEGIA DI GARA

Sarà il pilota della Mercedes Nico Rosberg a scattare dalla pole position domani, dopo aver usato i P Zero Red supersoft dall’inizio alla fine delle qualifiche. Per l’intera sessione tutti i piloti hanno utilizzato i pneumatici più morbidi, nominati con soft e medium per il gran premio inaugurale in Azerbaijan. Con livelli di evoluzione della pista piuttosto elevati, il circuito è diventato sempre più veloce di sessione in sessione. Il Q3 finale è stato interrotto da una bandiera rossa a due minuti dalla fine, dando ai piloti l’opportunità di uscire per un ultimo run. Paul Hembery, direttore motorsport Pirelli: “Abbiamo assistito a una sessione di qualifica ricca d’azione, dove la mancanza di esperienza e di grip su questo nuovo circuito sono stati un fattore chiave, ed hanno dato vita a diverse sorprese. Le supersoft sono state usate dall’inizio alla fine, ma l’asfalto nuovo provoca poca aderenza e la pista ha continuato a evolvere. Questo ha portato a una sessione emozionante, che lascia presagire un’alta probabilità di safety car domani, come abbiamo visto questa mattina nella gara della GP2. Anche se la strategia migliore è chiaramente quella di una sosta, ci sono diverse opzioni su questo tracciato, che combina l’imprevedibilità di un circuito cittadino con la possibilità di sorpassi e quindi di stravolgimenti nelle posizioni”. Come si sono comportati oggi i pneumatici: Medium: usati solo nelle FP3, è improbabile abbiano un ruolo importante in gara. Soft: visti nelle FP3, saranno usati nell’ultima parte della gara o all’inizio da chi parte con una strategia alternativa. Supersoft: i più veloci di circa un secondo, scelta di default per le qualifiche. Strategia di gara: ovviamente i team hanno pochi dati su Baku, quindi ci sono meno informazioni rispetto al solito su cui basare i calcoli della strategia. Un’unica sosta sembra chiaramente la miglior opzione. I primi 10 partiranno tutti su supersoft usate, e ci aspettiamo che passino alle soft nel giro 22 (dei 51). Iniziando con le soft, il momento per passare alle supersoft è il giro 29. Ma le strategie dovranno essere flessibili, dato che c’è un’alta probabilità di safety car. PROVE LIBERE 3 – I PRIMI TRE TEMPI

Hamilton 1m44.352s Supersoft new
Rosberg 1m44.610s Supersoft new
Hulkenberg 1m45.540s Supersoft new

QUALIFICHE TOP 10

Rosberg 1m42.758s Supersoft new
Perez 1m43.515s Supersoft new
Ricciardo 1m43.966s Supersoft used
Vettel 1m43.966s Supersoft used
Raikkonen 1m44.269s Supersoft used
Massa 1m44.483s Supersoft new
Kvyat 1m44.717s Supersoft used
Bottas 1m45.246s Supersoft new
Verstappen 1m45.570s Supersoft used
Hamilton 2m01.954s Supersoft new

STINT PIÙ LUNGHI FINORA

Medium Haryanto 11 giri
Soft Palmer 19
Supersoft Magnussen 20

MAGGIOR NUMERO DI GIRI FINORA

Medium Hulkenberg 15 giri
Soft Palmer 28
Supersoft Magnussen 28

MIGLIOR TEMPO PER MESCOLA FINORA

Medium Rosberg 1m45.792s
Soft Hamilton 1m45.102s
Supersoft Rosberg 1m42.520s

Per ulteriori informazioni: visitate il nostro nuovo sito, regolarmente aggiornato con contenuti e approfondimenti esclusivi, notizie e resoconti. Per saperne di più: www.pirelli.com/global/it-it/baku-2016-qualifiche