27
Novembre
2015
|
17:59
Europe/Amsterdam

Gran Premio di Abu Dhabi 2015 – Prove libere

NICO ROSBERG IL PIU’ VELOCE NELLE PROVE LIBERE DI OGGI CON I P ZERO RED SUPERSOFT

LE CONDIZIONI DELLA FP2, INIZIATA NEL POMERIGGIO, PIU’ RAPPRESENTATIVE DELLE QUALIFICHE E DELLA GARA

DEGRADO E USURA IN LINEA CON LE ASPETTATIVE MA SI ATTENDE UNA MAGGIORE EVOLUZIONE DELLA PISTA

I piloti Mercedes hanno dominato nelle due sessioni di prove libere del venerdì ad Abu Dhabi, con Lewis Hamilton più veloce nella FP1 sui P Zero Yellow soft, e Nico Rosberg migliore nelle FP2 con i P Zero Red supersoft. Delle due sessioni, la FP2 è stata la più rappresentativa in quanto è iniziata nel pomeriggio e si è conclusa con il buio, come sarà per le qualifiche e la gara. Ciò fa sì che le temperature calino, invece di aumentare, come avviene per gli altri Gp, influenzando il comportamento degli pneumatici. Le squadre si sono concentrate oggi su questo aspetto. Nel resto del weekend è attesa una maggiore evoluzione della pista, che la renderà più veloce e con più grip. La sessione si è conclusa con 29 gradi di temperatura della pista: leggermente più bassa rispetto allo scorso anno. E condizioni simili sono previste per la gara. Alcune vetture hanno mostrato un po’ di graining sulle supersoft all’anteriore. Dopo i long run di oggi, i dati raccolti sinora suggeriscono una gara a due pit stop. L’ultima sessione di prove, domani, si terrà al mattino, con il caldo, per questo i Team hanno finalizzato oggi la preparazione delle qualifiche. Paul Hembery, Direttore Motorsport Pirelli: “Abbiamo visto due sessioni molto trafficate, con i team impegnati a valutare i diversi miglioramenti derivanti dal passaggio dalle soft alle supersoft. Questo è stato dovuto principalmente al cambiamento delle temperature, che interessano in modo diverso le vetture. Tuttavia, la pista è ancora in evoluzione, quindi non abbiamo ancora il quadro completo. Durante la FP1 abbiamo visto un po' di degrado termico, come da attese, che si è comunque stabilizzato durante la FP2 (più rappresentativa delle condizioni di gara). Il degrado termico resterà comunque un fattore rilevante durante la gara: i piloti dovranno prestare attenzione soprattutto agli pneumatici posteriori”.

FP1:     FP2:    
1.Hamilton 1m43.754s Soft new 1.Rosberg 1m41.983s SuperSoft new
2.Rosberg 1m.43.895s Soft used 2.Hamilton 1m42.121s SuperSoft new
3.Raikkonen 1m44.500s Soft new 3.Perez 1m42.610s SuperSoft new

Statistiche del giorno:

  Soft SuperSoft Intermediate Wet
Km percorsi * 4554 1621 0 0
Set usati in totale ** 63 20 0 0
Maggior numero di giri ** 24 24 0 0

* Il numero indica la quantità di chilometri percorsi da tutti i piloti in FP1 e FP2. ** Per mescola da tutti I piloti Fatto del giorno Pirelli: Il GP di Abu Dhabi, inaugurato nel 2009, è stato vinto soltanto una volta da un pilota non partito dalla prima fila. Si è trattato di Kimi Raikkonen, che nel 2012 ha vinto per Lotus partendo dalla quarta posizione.