10
Marzo
2014
|
13:29
Europe/Amsterdam

PIRELLI E LE FLOTTE: IL MEGLIO PER IL MEGLIO

DRIVER ITALIA: “NOI, IL POSTO DI CHI GUIDA” Danilo Bernini, Direttore generale della società nata dal connubio tra due entità molto diverse ovvero Pirelli e i gommisti, ci parla degli obiettivi, delle prospettive di sviluppo e dei punti di forza di una realtà che è cresciuta e si è consolidata negli anni rivoluzionando il metodo di vendita e l’approccio al mondo degli pneumatici.   “Il ruolo di chi lavora nel posto di chi guida oggi è diverso, è quello di ascoltare il consumatore, cercare di interpretarne i bisogni, metterlo a proprio agio da quando entra nel negozio a quando esce e anche nel post-vendita, cercando di mantenere il contatto. In passato dal gommista si andava una volta ogni quattro anni, ora nelle zone stagionali almeno ogni sei mesi. E’ quindi importante che il tempo che io dedico alla mia macchina sia tempo che posso ritenere di qualità e speso bene”, fatte queste premesse è chiara la prospettiva entro cui si muove il progetto di Driver Italia. Un progetto che il suo direttore generale ci illustra a chiare lettere declinandolo anche in ottica business: “Driver non è un programma di marketing targato Pirelli, siamo una società che fa retail strutturata in modo molto professionale. Realizziamo corsi di formazione impregnati della nostra filosofia di lavoro, a partire dal metodo da utilizzare per confrontarsi con la clientela al meglio. Supportiamo tutto questo finanziando anche la ristrutturazione dei punti vendita, così che vi sia anche un luogo accogliente per chi li frequenta, un supporto che estendiamo anche alle figure che lavorano con i nostri imprenditori, cosicché vi sia uno standard di qualità diffuso da proporre a chi ci sceglie. Un punto di forza per chi opera nel mondo automotive, dalle compagnie di noleggio alle grandi aziende che si affidano a noi per i propri parchi macchine”. Il cliente business, specifico e speciale   Frase fatta dire che il cliente business è diverso dalle fondamenta rispetto all’utilizzatore privato, articolata però ne è l’analisi che svolge Bernini: “La differenza parte dalla transazione che non si interrompe con il pagamento. Il cliente business ha un contratto che prevede l’assistenza, quindi l’attenzione dell’automobilista è molto rivolta al servizio, a quello che va oltre e sta oltre allo pneumatico. E’ qui che vogliamo e dobbiamo fare la differenza con i nostri centri offrendo sì tutto quello che è legato alle gomme, ma anche il completamento delle attività di manutenzione della vettura proprio per essere riconosciuti come punti di riferimento”. Non è utopia ciò di cui si parla. I centri Driver Italia infatti si stanno strutturando per offrire servizi di meccanica leggera – e anche pesante dove ci fosse la specifica formazione – e di revisione. Questo supportato da studi di geo-marketing che recepiscono le richieste dei territori e le analizzano per rafforzare la realtà di Driver Italia. Per caso o per fortuna, sotto mano del nostro intervistato si trova proprio una presentazione che illustra i piani per il 2014, un 2014 che parte sotto il segno della diversificazione, parola magica che solletica l’universo-flotte. “Sarà un anno di consacrazione per il gommista che amplia la propria professionalità quindi un aspetto rilevante proprio per la clientela business è il progetto di consolidamento che vogliamo portare avanti. Il supporto che diamo ai nostri affiliati che scelgono questo percorso è fondamentale a partire dalla tecnologia. Stiamo lanciando una piattaforma d’acquisto informatica per la scelta da parte del gommista dei ricambi specifici per ogni tipo di automobile e in questo il know-how di Pirelli è nodale. Mettiamo a disposizione la strumentazione diagnostica, la formazione come ho già detto e i database con le istruzioni di montaggio. Tutto ciò farà in modo che il servizio messo a disposizione di chi lavora con e di auto sia assolutamente di eccellenza”. Nel 2011 Driver ha lanciato il progetto franchising che prevede una collaborazione più stretta con gli imprenditori che si riconoscono nei valori di trasparenza, onestà e profesionalità. Questo come ulteriore garanzia di chi sceglie di affidarsi ai Posti di chi guida. I SUGGERIMENTI DI DRIVER ITALIA
  • Lo pneumatico non è un "accessorio" bensì un componente tecnico fondamentale che gioca un ruolo attivo di rilievo nella sicurezza e nelle prestazioni del veicolo in marcia.  Conoscere bene gli pneumatici è quindi molto importante per mantenere alto il livello di sicurezza in ogni situazione di utilizzo e per garantire le buone prestazioni della propria vettura. 
  • Lo pneumatico è l'unico elemento di collegamento tra il veicolo e la strada. Ha il compito di sostenere il carico - trasmettere la potenza - dirigere il veicolo - contribuire alla tenuta di strada e alla frenata - contribuire alla sospensione del veicolo
  • I bisogni fondamentali che uno pneumatico deve sostenere sono sintetizzabili in 2 termini: Comportamento e Affidabilità
Comportamento: l'insieme delle caratteristiche prestazionali di uno pneumatico         valutate in termini di guida, stabilità ed aderenza in differenti condizioni (percorsi, velocità, clima, ecc). Affidabilità: la capacità dello pneumatico, in termini qualitativi, di mantenere          inalterato nel tempo le sue prestazioni, con specifico riferimento alla sicurezza di marcia. Dato l'importante ruolo che giocano sulla sicurezza e le prestazioni del veicolo, gli pneumatici necessitano di un'attenta manutenzione volta a garantire le prestazioni nel tempo.   DRIVER ITALIA Nasce nel 1993 da una intuizione di Pirelli che, in società con i gommisti, fonda questa azienda autonoma. Oggi i Driver Center sono oltre 300 in tutta Italia e sono convenzionati con tutte le principali leasing companies e le societò di fleet management grazie agli accordi con Pirelli Tyre S.p.A.