07
Ottobre
2015
|
08:51
Europe/Amsterdam

Pirelli Scorpion per le strade mito dell’Acropolis Rally Europeo

Il penultimo atto del Campionato Europeo Rally sarà una sfida di grande importanza: per i punti in palio che potrebbero risultare decisivi e per l’importanza intrinseca di un rally che è nella leggenda della specialità. Una sfida anche dalle grandi difficoltà sia per i piloti che per gli pneumatici: ad iniziare dal fatto che con il suo tracciato che mescola sterrato ed asfalto Pirelli dovrà proporre ai suoi portacolori scelte di estrema versatilità, in grado di rispondere a tutte le condizioni.
Kajetan Kajetanowicz
Sarà un rally che si giocherà su due tavoli difficilmente divisibili: da una parte il destino del Campionato Europeo, dall’altra il successo di gara. Sul primo tavolo ci saranno solo in tre: le due Ford Fiesta R5 gommate Pirelli del leader della graduatoria Kajetan Kajetanowicz e del terzo in classifica, il bielorusso Alexey Lukyanuk, e la Peugeot 208 T16 di Craig Breen, pilota ufficiale di Peugeot Rally Academy e vincitore della scorsa edizione della corsa. Per ‘Kajto’ in Grecia c’è addirittura la possibilità di chiudere in anticipo la partita europea a coronamento di una fantastica stagione dai grandi numeri che gli ha già portato due titoli di specialità (ERC Ice Masters ed ERC Gravel Masters) ed un bottino sin qui di ben 42 prove speciali vinte su 99 di ogni tipologia, sempre perfettamente assecondato dalle sue Pirelli. Quanto all’altro pilota Pirelli di punta, Alexey Lukyanuk, dopo la vittoria in Estonia ed il premio intitolato a Colin McRae assegnatogli nella scorsa gara di Cipro, pur avendo ancora una minima probabilità di titolo europeo cercherà soprattutto di attaccare il secondo posto. Sull’altro tavolo, quello per la vittoria di gara, a questi tre si uniranno diversi altri protagonisti – alcuni pure equipaggiati con gli pneumatici Pirelli - ad iniziare dal greco Lambros Athanassoulas con la debuttante Skoda Fabia R5 del team Motorsport Italia, Robert Consani con la Citroen Ds3 R5 della Delta Racing, e Chris Martin con la seconda 208 T16 del team Peugeot Rally Academy. Pirelli metterà a disposizione dei suoi piloti i Pirelli Scorpion K4 Rinforzato in mescola media ed i Pirelli Scorpion XR5, tipi che con la loro versatilità sono in grado di coprire tutte le variegate esigenze dell’Acropoli Rally che mescola terra ed asfalto. Terenzio Testoni, product manager di Pirelli, spiega queste scelte: “In considerazione del tracciato e delle previste condizioni di asciutto, le Pirelli Scorpion K4 Rinforzato sono le più indicate per le prove speciali con fondo in prevalenza sterrato rispetto all’asfalto, soprattutto nel primo passaggio sulle prove stesse. Il K4 è infatti uno pneumatico che grazie alla sua tassellatura riesce a garantire il massimo grip sulla terra smossa. Il XR5 è invece destinato alle prove speciali con prevalenza di asfalto, e soprattutto per la ripetizioni delle prove stesse: ha un disegno molto solito e compatto e per questo riesce a garantire la massima stabilità su fondi duri e rocciosi ed anche sull’asfalto.”

***

Per ulteriori informazioni: Anthony Peacock • +44 7765 896 930 • anthony@mediaticaworld.com