06
Luglio
2016
|
09:42
Europe/Amsterdam

CIR: SAN MARINO TERRA DI RIVINCITA

Il Tricolore comincia la fasce discendente del calendario con l’ultimo appuntamento su sterrato, il Rally di San Marino, in programma nel weekend. I piloti Pirelli si presentano al via al comando delle principali classifiche del Campionato Italiano Rally con Paolo Andreucci e Anna Andreussi al vertice di quella assoluta per i piloti (e Peugeot dell’assoluta Costruttori) mentre Giuseppe Testa-Daniele Mangiarotti conducono il Tricolore Junior e Renault la graduatoria Costruttori 2 Ruote Motrici, specialità in cui c’è Luca Panzani in lizza per il titolo piloti.
Andreucci-Andreussi vincitori 2015

Il programma: partenza venerdì sera da Riccione, dalla centralissima Piazza Ceccarini, poi sabato e domenica le due tappe del nuovo percorso incentrato sui celebri sterrati intorno a Gubbio (Nerbisci, San Bartolomeo, Sestino sono nomi di prove speciali ben note agli appassionati), con arrivo finale a San Marino dopo 11 prove speciali. • L’evento e le validità: il rally oltre che per i titoli Cir è valevole anche per il Trofeo Rally Terra, che vede attualmente in testa tre piloti Pirelli racchiusi in appena 1,5 punti: Daniele Ceccoli (Skoda Fabia S2000), il giovane Andrea Dalmazzini (Peugeot 207 S2000) ed il vincitore dello scorso appuntamento Federico Della Casa (Ford Fiesta). L’evento prevede anche ulteriori tre gare: quella valevole per il Tricolore Cross Country, il San Marino Historic ed il San Marino Regional. • Le caratteristiche del percorso: sterrato compatto e veloce. Le singole prove sono relativamente corte: intorno ai 14 km le più lunghe, ma ci sono anche due prove brevi, quelle del venerdì sera da 5,4 km in San Marino su fondo asfaltato (ma da affrontare con gomme da terra). • La storia: gara di lunghissima tradizione (è l’edizione numero 44) che ha un passato glorioso anche nel campionato europeo e come sede di tappa del mondiale. Le ultime due edizioni sono state vinte da Andreucci-Andreussi con la Peugeot 208 T16 gommata Pirelli. • I vincitori: Le ultime due edizioni sono state vinte da Andreucci-Andreussi con la Peugeot 208 T16 gommata Pirelli. Le Pirelli che verranno utilizzate: I piloti in gara con Pirelli avranno a disposizione la famiglia dei pneumatici Scorpion K. Le caratteristiche del fondo e le buone previsioni meteo fanno prevedere la preferenza dei piloti verso le K4 in mescola media, ideali per il fondo asciutto e con temperature superiori ai 20°C ma con un ampio margine di utilizzo. In alternativa le K6 di mescola morbida. In gamma anche la versione XR5 (dimensioni 225/55-15) da utilizzare sul fondo pulito e roccioso, come si può trovare al secondo passaggio sulle prove. Dichiarazioni Paolo Andreucci, Campione d'Italia in carica e leader deI CIR 2016: “San Marino è una gara che mi piace, anche se il tema per me non cambia. Ho il vantaggio di essere al comando della classifica - grazie alla vittoria nelle prime tre gare delle quattro sinora disputate – e lo svantaggio di dover partire per primo – e perciò di dover pulire la strada dalla ghiaia. Il fatto che sia comunque riuscito a vincere le due edizioni precedenti è di buon auspicio, e testimonianza delle doti della vettura e dei pneumatici Pirelli. Non ho l’obbligo di vittoria, ma con il nuovo sistema dei punteggi assegnati per tappa il mio margine si è ridotto e non sarebbe male rafforzarlo in questa occasione.”

***

Per ulteriori informazioni: Anthony Peacock • +44 7765 896 930 • anthony@mediaticaworld.com