07
Luglio
2014
|
09:00
Europe/Amsterdam

Gli pneumatici Pirelli SCORPION MX 32™ sempre più vicini alla conquista del 62° titolo mondiale nel Campionato Mondiale FIM Motocross

A cinque gare dal termine Tony Cairoli è in testa alla classifica della MXGP seguito da altri tre piloti gommati Pirelli, in MX2 Jeffrey Herlings guida saldamente il campionato.
È sempre più vicina per Pirelli e per gli pneumatici SCORPION MX 32™ la conquista dei titoli mondiali nelle classi MXGP e MX2 del Campionato Mondiale FIM Motocross che ieri, sul tracciato svedese di Uddevalla, ha visto l’ennesima prova di forza dei piloti Pirelli.
Pirelli ha già all’attivo un palmarès di 60 titoli mondiali vinti in questa disciplina e l’impegno così come i successi della casa di pneumatici italiana nel Campionato Mondiale FIM Motocross sono ormai costanti da anni. Guardando alla storia più recente basti pensare che dal 2010 ad oggi gli pneumatici Pirelli SCORPION MX 32™ hanno vinto ben otto titoli mondiali, ovverotutti quelli in palio, di cui quattro consecutivi con Tony Cairoli in MX1 e due con Jeffrey Herlings, grazie anche alla duratura collaborazione con KTM, oltre a quelli vinti con Ken Roczen e Marvin Musquin. Ma la storia di Pirelli nel Campionato Mondiale FIM Motocross ha radici ben più lontane: è iniziata nel 1980 e, fin dall’esordio, la casa della Bicocca ha vinto in tutte le classi del campionato con grandi piloti come André Malherbe, Georges Jobé e Harry Everts, quest’ultimo padre del 10 volte Campione del Mondo, nonché pilota Pirelli, Stefan Everts.
“L’impegno ai massimi livelli di Pirelli nelle corse ha rappresentato il punto di svolta per la crescita e il continuo miglioramento di tutti i propri pneumatici professionali da corsa dedicati all’off-road” ha dichiato il Direttore Racing di Pirelli Moto Giorgio Barbier“in particolare gli pneumatici SCORPION MX 32™, così come i loro predecessori MT 32™, sono la linea di prodotti più longevi e vincenti nella storia del Motocross. È sulla scia di questi successi e delle soddisfazioni raccolte in questi anni che Pirelli anche l’anno prossimo continuerà ad offrire ai piloti professionisti l’assistenza del proprio service da sempre presente agli eventi e che, a partire da oggi, ha come coordinatore Roberto Sanzone che può vantare una forte esperienza in ambito racing e in precedenza ha seguito per Pirelli sia le competizioni a quattro ruote che il Campionato Mondiale Superbike. La qualità del prodotto e del servizio offerto sono il segreto che ha permesso a Pirelli di essere scelto in tutti questi anni dai piloti più forti e dai team più prestigiosi contribuendo ai loro successi”.
In Svezia Antonio Cairoli ha firmato la sua quarta doppietta stagionale, che gli ha permesso di conquistare la 70ª vittoria in carriera. Il leader della MXGP, che sulla sua KTM ha scelto Pirelli SCORPION™ PRO anteriore e MidSoft 32 posteriore nella misura 120/90-19, è salito sul gradino più alto del podio davanti all’ufficiale Yamaha Jeremy Van Horebeek, in gara con SCORPION™ MidSoft 32F e SCORPION™ MidSoft 32, salito al secondo posto in campionato. Dopo essersi piazzato quarto in apertura, il pilota della Suzuki Clement Desalle è infatti stato costretto al ritiro al via della successiva per una caduta in partenza. Il podio tutto Pirelli è stato completato dal terzo posto della seconda guida Suzuki Kevin Strijbos.
Dominio Pirelli SCORPION™ MX MidSoft 32F anteriore e MidSoft 32 posteriore anche nella MX2, che ha visto l’ennesima affermazione del leaderJeffrey Herlings ora al comando con 135 punti di vantaggio sul compagno di squadra Jordi Tixier che in Svezia si è assicurato il posto d’onore davanti allo sloveno rivelazione della stagione Tim Gajser.
Stessa cosa nella quinta prova dell’Europeo 300, nella quale il capoclassificaSamuele Bernardini ha prevalso su Marco Maddii, mentre grazie ad un 4° e un 9° posto l’inglese Steven Clarke ha mantenuto il comando della graduatoria europea della classe 250.
La tredicesima prova si corre sul tracciato finlandese di Hyvinkää il prossimo weekend, 13 luglio.