22
Aprile
2015
|
17:10
Europe/Amsterdam

Gran Premio del Bahrain 2015 - Qualifiche

LEWIS HAMILTON, CON LE GOMME MEDIE, AGGUANTA LA QUARTA POLE POSITION DELLA STAGIONE, LA PRIMA IN BAHRAIN

PER LA GARA DI DOMANI LA STRATEGIA MIGLIORE SU DUE SOSTE

MERCEDES, FERRARI, WILLIAMS E LA TORO ROSSO CON SAINZ SONO LE UNICHE VETTURE NELLA TOP 10 CHE HANNO CONSERVATO PER LA GARA UN TRENO DI GOMME SOFT NUOVE

Il pilota Mercedes, Lewis Hamilton, ha finora monopolizzato tutte le pole position di questa stagione. Con i P Zero Yellow soft - scelti insieme ai P Zero White medium per questo fine settimana – il pilota inglese realizza la sua prima pole in Bahrain. Le qualifiche del Gran Premio del Bahrain hanno preso il via di sera, con una temperatura dell'asfalto di 31 gradi e quella ambientale di 26 gradi. Le temperature hanno continuato a diminuire nel corso della sessione: un fenomeno che si ripeterà durante la gara di domani, che inizierà alla stessa ora. Nel corso della gara il calo delle temperature e la riduzione del carico di carburante ridurranno il degrado termico, aumentando la lunghezza degli stint e offrendo così differenti possibili strategie di pit-stop Con una divario di due secondi tra medium e soft, tutti i piloti hanno dovuto utilizzare la mescola più morbida per superare la Q1. Sempre le gomme soft sono state utilizzate in Q2, con Hamilton che ha realizzato il miglior tempo della sessione facendo un solo run. Tutti i piloti hanno iniziato la Q3 con gomme soft usate, escluso Daniel Ricciardo su Red Bull, che ha usato le soft nuove per ognuno dei due run, e Nico Hulkenberg su Force India, che ha completato un solo giro su soft nuove. Hamilton ha effettuato due run, realizzando la pole al suo secondo tentativo con le soft nuove, grazie a un tempo di 0.614s inferiore alla pole dello scorso anno - nonostante le condizioni della pista fossero meno ottimali dell’anno scorso. I Team avevano raccolto poche informazioni per preparare le qualifiche, perché due sessioni su tre delle prove libere si erano svolte di giorno con temperature più elevate. Ad aggravare la situazione ci ha pensato il vento che con qualche raffica che ha portato la sabbia del deserto circostante sul tracciato. Anche nella FP3 di questa mattina, Hamilton è stato il più veloce con le gomme soft, precedendo la Ferrari di Sebastian Vettel di soli 0,07 secondi. Il tedesco della Rossa alla fine ha ottenuto il secondo posto sulla griglia di partenza. Paul Hembery, Direttore Motorsport Pirelli: “Il divario di prestazioni tra le medie e le soft conferma che la soft sarà la miglior gomma per la gara di domani. E sarà interessante vedere come Mercedes e Ferrari cercheranno di utilizzare quelle gomme in stint il più lunghi possibile, situazione che lascia aperte molte possibilità interessanti." La strategia Pirelli: Le possibili strategie in Bahrain sono simili a quelle viste in Cina (dove erano state portate le stesse mescole, medie e soft). Tre soste è teoricamente la strategia più veloce, ma due è in realtà la strategia più probabile. La differenza tra le due è di soli 0,6 secondi a favore della soluzione con tre soste, che offre però il fianco a una maggior probabilità d’incappare nel traffico. Così la previsione della miglior strategia per i 57 giri di gara è: iniziare con le gomme soft, sostituirle con altre soft al giro 19, passare alle medium al 38° giro. Con tre soste, la soluzione migliore sarebbe: iniziare con le soft, cambiarle con altre soft al 15° e al 35° giro, per passare alle medie al 46°.

I più veloci in FP3:
1 Hamilton 1m34.599s Soft nuove
2 Vettel 1m34.668s Soft nuove
3 Rosberg 1m34.968s Soft nuove
Gomme usate dai Top 10:
Hamilton 1m32.571s Soft nuove  
Vettel 1m32.982s Soft nuove  
Rosberg 1m33.129s Soft nuove  
Raikkonen 1m33.227s Soft nuove  
Bottas 1m33.381s Soft nuove  
Massa 1m33.744s Soft nuove  
Ricciardo 1m33.832s Soft nuove  
Hulkenberg 1m34.450s Soft nuove  
Sainz 1m34.462s Soft nuove  
Grosjean 1m34.484s Soft nuove