26
Settembre
2015
|
11:26
Europe/Amsterdam

Gran Premio del Giappone 2015 - Qualifiche

LE DUE MERCEDES PRIMA E SECONDA IN GRIGLIA CON I P ZERO WHITE MEDIUM

DIFFERENZA DI PRESTAZIONE DI CIRCA 0,8 SECONDI TRA MEDIUM E HARD

ATTESE DUE SOSTE IN GARA PER LA MAGGIOR PARTE DEI PILOTI

Nico Rosberg ha soffiato la pole position al compagno di squadra, Lewis Hamilton, per soli 76 millesimi di secondo. Entrambi i piloti hanno utilizzato la mescola media per segnare il loro miglior tempo. Rosberg si è assicurato la pole dopo che la bandiera rossa è stata esposta a soli 36 secondi dalla fine della Q3; per cui nessun pilota ha potuto completare il secondo tentativo. Le Mercedes hanno dominato tutta la sessione, essendo state le prime a collocarsi nella finestra dell’1m33s nella Q1 e in quella dell’1m32s nella Q2. Hamilton ha segnato il miglior tempo nella prima sessione, Rosberg nella seconda. Il tedesco è stato il più veloce nel primo run, rivelatosi poi anche l’ultimo quando la sessione è stata interrotta. Tutti i primi quattro della Q1 hanno utilizzato gomme hard; i piloti Mercedes, Ferrari, Williams e Daniel Ricciardo non hanno avuto bisogno di utilizzare un set di medie. Dalla Q2 in poi tutti i piloti hanno utilizzato le medie, di 0,8 secondi più veloci delle hard lungo le 18 curve di Suzuka. Se le condizioni meteo restano asciutte, si prevedono due soste in gara per la gran parte dei piloti. Tuttavia, persiste ancora la possibilità di pioggia nel corso del GP che inizierà alle 14, ore locali (un’ora prima dell’inizio delle qualifiche di oggi). Rosberg era stato il più veloce anche nelle FP3, utilizzate dai team per effettuare long run con carico di benzina. Paul Hembery, Direttore Motorsport Pirelli: "I piloti sono riusciti a tirar fuori il meglio da entrambe le mescole, sfruttando il vantaggio competitivo delle gomme medie. Domani ci aspettiamo una gara a due soste per la maggior parte dei piloti. Questo in caso di gara asciutta, che, comunque, non è garantita. Con la pioggia caduta ieri, i piloti hanno dovuto lavorare molto durante l’ultima sessione di prove libere di questa mattina. Suzuka offre molte variabili per la strategia, per cui i team dovranno analizzare molto attentamente i dati per elaborare al meglio le proprie scelte strategiche”. La strategia Pirelli La pioggia caduta ieri ha fatto sì che i team potessero effettuare i primi giri su asciutto, prima delle qualifiche, solo nella sessione di prove libere di stamattina, avendo così meno dati, rispetto ad un normale weekend asciutto, per calcolare al meglio la strategia. Per i 53 giri del Gran Premio del Giappone prevediamo due soste. La strategia più veloce dovrebbe essere: iniziare con le medie, montare un nuovo set di medie tra il 16° ed il 18° giro, infine passare alle hard tra il 33° ed il 35° giro. Non è esclusa una strategia a tre soste, anche se meno veloce. C’è ancora rischio di pioggia, il che significa che le strategie devono essere molto flessibili.

Mescole più veloci in FP3:
1 Rosberg 1m33.995s Medium nuove
2 Hamilton 1m34.292s Medium nuove
3 Ricciardo 1m34.167s Medium nuove
Pneumatici usati dai Top 10:
Rosberg 1m32.584s Medium nuove  
Hamilton 1m32.660s Medium nuove  
Bottas 1m33.024s Medium nuove  
Vettel 1m33.245s Medium nuove  
Massa 1m33.337s Medium nuove  
Raikkonen 1m33.347s Medium nuove  
Ricciardo 1m33.497s Medium nuove  
Grosjean 1m33.967s Medium nuove  
Perez no time set Medium nuove  
Kvyat no time set Medium nuove