06
Settembre
2015
|
19:55
Europe/Amsterdam

Gran Premio d’Italia 2015 - Gara

HAMILTON VINCE IL GRAN PREMIO DI MONZA CON UNA STRATEGIA AD UNA SOLA SOSTA

TUTTI I PRIMI 10 PILOTI SI SONO FERMATI UNA SOLA VOLTA, ADOTTANDO UNA STRATEGIA SOFT-MEDIA

Lewis Hamilton ha incrementato il suo vantaggio in campionato vincendo il Gran Premio d’Italia, con una strategia ad una sola sosta, soft-media. Quella di Monza era la 50ª gara di Hamilton con la Mercedes: Lewis è stato il più veloce anche in tutte le sessioni di prove, nelle qualifiche ed ha segnato il miglior tempo in gara. Alla fine, il suo margine rispetto a Sebastian Vettel, arrivato secondo, è stato di 25 secondi. Anche il ferrarista ha utilizzato una strategia ad una sola sosta, così come tutti i top 10. La gran parte dei piloti ha iniziato la gara con gomma morbida, per poi passare a gomma media. Daniel Ricciardo è stato il pilota meglio classificato fra chi ha iniziato con gomme medie per poi passare alle soft: ha concluso ottavo dopo essere partito 19°. Un'altra rimonta impressionante, con una strategia ad una sosta soft-media, è stata quella di Kimi Raikkonen, quinto alla fine dopo aver perso molte posizioni in partenza. Paul Hembery, Direttore Motorsport Pirelli: "Come sempre, Monza è stata una gara incredibile, con un'atmosfera fantastica grazie alla passione dei tifosi. Lewis Hamilton ha fatto una gara da manuale per Mercedes, con una strategia perfetta. Dietro di lui, abbiamo visto molte battaglie e, come avevamo previsto, la maggior parte dei piloti ha preferito effettuare un solo pit stop, nonostante Monza sia ben conosciuta per i suoi alti livelli di degrado e usura”. Miglior tempo per mescola:

  Medium Soft Intermediate Wet
Primo VES 1m27.390s HAM 1m26.672s 0 0
Secondo SAI  1m27.510s ROS 1m27.067s 0 0
Terzo HAM 1m27.780s VET 1m27.376s 0 0

Stint più lungo:

Medium Hulkenberg – Massa (34 giri)
Soft Raikkonen (28 giri)

La previsione Pirelli: Avevamo previsto una strategia ad una sola sosta come la più veloce, con partenza con gomme soft e cambio con medie al 21° giro. Questa è stata la strategia adottata da Hamilton, che però è passato alle gomme medie al 26° giro.