15
Giugno
2015
|
08:16
Europe/Amsterdam

In Sardegna terzo successo consecutivo nel WRC2 per Pirelli che firma un eccezionale uno-due anche nella top 10

Pirelli, che quest’anno è concentrata sull’attività dei clienti sportivi, ha ottenuto nel Rally d’Italia-Sardegna la terza vittoria consecutiva nella categoria WRC2 a conferma della riuscita di questa strategia.
Paolo Andreucci
I piloti Pirelli Yuriy Protasov e Paolo Andreucci hanno conquistato i primi due posti nel WRC2, al volante rispettivamente di una Ford Fiesta e di una Peugeot 208 T16. Non solo: entrambi sono arrivati fra i primi 10 assoluti, segnando punti per la classifica iridata e sbaragliando una concorrenza fortissima. Protasov, con una WRC2 privata, è riuscito a battere molti rivali della stessa categoria con vetture ufficiali. Le prove sterrate sarde sono note per essere fra le più difficili e distruttive al mondo, con un fondo sabbioso che spesso nasconde rocce e sassi taglienti, che sono spesso causa di forature. In particolare le prove del venerdì sono probabilmente quelle con il fondo più duro di tutto il Campionato del Mondo, molto simili a quelle mitiche del Rally dell’Acropoli del passato. A rendere la sfida ancora più ardua si è aggiunto il caldo, con temperatura che il sabato è arrivata a 36°C ambiente e 52°C sul terreno. La tappa di questa giornata è stata anche la più lunga dell’anno, con oltre 200 km di impegnativi tratti cronometrati in una sola giornata. Per affrontare queste grandi difficoltà, Pirelli ha schierato gli pneumatici Scorpion KH Rinforzato in mescola dura come tipo principale e gli Scorpion KS Reinforzato come opzione alternativa nelle prove più fresche e con fondo meno aggressivo. Oltre ad avere una struttura straordinariamente resistente, questi pneumatici dispongono anche di un battistrada con disegno specifico per facilitare la dispersione di pietrisco e terra, in modo da garantire maggiore grip. A livello assoluto, Martin Prokop con una Ford Fiesta RS WRC privata si è imposto nella speciale d’apertura della gara, la Citta di Cagliari, portando in testa alla classifica generale una vettura gommata Pirelli per la prima volta dal suo rientro nel WRC, dopo il periodo 2008-2010 da fornitore unico. Prokop è andato così anche ad aumentare il numero di migliori tempi assoluti fatti segnare da Pirelli, a dimostrazione di come pneumatici adatti possano consentire ai piloti privati anche di battere quelli con vetture ufficiali. Per Pirelli è stata la maniera perfetta per celebrare non solo la gara di casa, ma anche il grande risultato del proprio collaudatore Paolo Andreucci, che ha di recente compiuto cinquant’anni ma senza alcun segno di invecchiamento agonistico. “E’ stato un rally incredibile, semplicemente splendido,” ha detto Andreucci. “Abbiamo fatto un ottimo lavoro nella scelta dell’assetto ed anche degli pneumatici Pirelli più adatti, che sono stati assolutamente perfetti dall’inizio alla fine.” Matteo Braga, senior engineer di Pirelli, ha così commentato: “In occasione di uno degli appuntamenti più difficili del campionato i nostri pneumatici sono emersi esattamente come speravamo, e le loro qualità e prestazioni si rispecchiano nel risultato finale. Oltre a congratularci con i nostri piloti in gara, voglio estendere i complimenti anche ad Hayden Paddon a nome di di tutti noi di Pirelli. Hayden è stato l’indiscusso protagonista della gara, e va ricordato che è arrivato al mondiale rally nel 2010 grazie al programma Pirelli Star Driver, quando il suo potenziale risultò già evidente. Pirelli è grande sostenitrice dell’importanza di aiutare i giovani talenti, sia nei rally che in pista, quindi è fantastico vedere questi frutti del programma Star Driver.” Il prossimo appuntamento del Campionato del Mondo Rally sarà in Polonia, dal 2 al 5 luglio.

***

Per ulteriori informazioni: Anthony Peacock • +44 7765 896 930 • anthony@mediaticaworld.com