28
Maggio
2015
|
13:08
Europe/Amsterdam

Pirelli all’universita’ del Targa Florio

Il Campionato Italiano Rally approda sulle mitiche strade siciliane del Targa Florio, che quest’anno arriva all’edizione numero 99: un record che condivide, come la grande celebrità, con la 500 Miglia di Indianapolis. Anzi la corsa sulle Madonie ha iniziato addirittura cinque anni prima la sua storia (1906) rispetto a quella del circuito statunitense (1911). Vincere il Targa Florio, che dall’originale format di circuito stradale nel 1978 ha assunto il formato rally per ragioni di sicurezza, è quindi importantissimo ma anche altrettanto difficile. Gli asfalti siciliani sono veloci, ma anche spesso sconnessi e comunque scivolosi. Non a caso il suo percorso viene spesso indicato come la “università dell’asfalto”: un esame di laurea sia per i piloti che per gli pneumatici. Un banco di prova che la grande tecnologia degli pneumatici Pirelli consente di affrontare con fiducia e con il conforto dei risultati eccellenti delle scorse edizioni.
Paolo Andreucci
Pirelli si presenta al via del rally con uno schieramento di piloti molto competitivi, ad iniziare dal recordman di successi nella gara (ben 8 negli scorsi 12 anni) e vincitore delle ultime due edizioni, Paolo Andreucci, che correrà come sempre in coppia con Anna Andreussi sulla Peugeot 208 T16 di Peugeot Italia. Il Campione d’Italia in carica ed attuale leader della classifica Tricolore partirà con i favori del pronostico e con la voglia di allungare ancora la sua straordinaria serie di vittorie in Sicilia. “Non è un segreto che io amo particolarmente la Sicilia e che il Targa Florio mi si addica in modo particolare – ha detto il pilota toscano di Peugeot Italia – ma non c’è da farsi illusioni: gli avversari sono agguerriti e le strade delle Madonie sono un concentrato d’insidie già con il fondo asciutto, figurarsi dovesse aggiungersi la pioggia. So di poter contare su una vettura competitiva e sulla consueta efficacia ed ecletticità degli pneumatici Pirelli, quindi è logico che il mio obiettivo sia la vittoria per rafforzare il mio record ed il primato nella classifica del Campionato Italiano Rally, che con questa gara arriva a metà cammino.” Per il Targa Florio Pirelli prevede un utilizzo prevalente dei Pirelli Però RX7B per le vetture a 4 ruote motrici e delle Pirelli RX5 per quelle a due ruote motrici, e per entrambe l’opzione Pirelli Però RE7 in caso di pioggia. Secondo la filosofia aziendale di creare opportunità per i privati e per i giovani, Pirelli guarderà con attenzione anche all’esito delle classifiche Produzione e Junior, entrambe sinora dominate dai piloti che corrono con pneumatici Pirelli, protagonisti anche dei Trofei Renault. Il Rally Targa Florio aprirà questa sera con la tradizionale e affollatissima cerimonia di partenza nel centro di Palermo mentre le 12 prove speciali della corsa si disputeranno fra venerdì (9) e sabato (3) con arrivo finale nella storica località di Campofelice di Roccella alle ore 13.30 di sabato. La presenza Pirelli al Targa Florio La maggioranza dei piloti al via si affideranno agli pneumatici Pirelli per la loro competitività, affidabilità, e tecnologia. Per la vittoria assoluta accanto al già citato Paolo Andreucci da ricordare fra gli altri il francese Sebastien Chardonnet (Ford Fiesta R5), secondo al recente Rally dell’Adriatico, ed il rientrante Alessandro Perico (Peugeot 208 T16), vincitore al Ciocco e che punta a tornare in vetta alla classifica Indipendenti

***

For further information please contact: Anthony Peacock • +44 7765 896 930 • anthony@mediaticaworld.com