01
Maggio
2015
|
10:27
Europe/Amsterdam

Pirelli: “prima” sullo sterrato nel cir con vista sul mondiale junior

Il Campionato Italiano Rally approda sullo sterrato con il Rally dell’Adriatico, terza delle otto gare del calendario 2015, e si prepara ad offrire un altro banco di prova per la tecnologia degli pneumatici Pirelli e un’altra sfida per i suoi campioni affermati ed emergenti. Innanzitutto i campioni d’Italia in carica, Paolo Andreucci ed Anna Andreussi cercheranno di portare la loro Peugeot 208 T16 di nuovo davanti a tutti e di rafforzare il primato nella classifica generale ed allo stesso tempo incrementare il vantaggio di Peugeot nella classifica Costruttori. Paolo, che delle Pirelli non e’ solo utilizzatore ma anche apprezzato collaudatore, punta sulla famiglia degli pneumatici K Scorpion – recentemente protagonisti di vertice nel Rally d’Argentina iridato - per esaltare le proprie doti e quelle della 208 T16 sui veloci e consistenti fondi sterrati nel triangolo Ancona-Cingoli-Jesi.
Paolo Andreucci

Secondo la filosofia aziendale di creare opportunità per i privati e per i giovani, Pirelli guarderà con attenzione anche all’esito delle classifiche Produzione e Junior, ed in particolare al tirocinio sulla terra di Giuseppe Testa, uno dei due giovani italiani (l’altro è Fabio Andolfi, fresco reduce del successo assoluto nel Rally de l’Escarene in Costa Azzurra) che debutterà nel mondiale al prossimo Rally del Portogallo nell’ambito del programma federale Aci Team Italia supportato da Pirelli. Il Rally dell’Adriatico prevede per stasera la cerimonia di partenza dal suggestivo Lago di Cingoli, con arrivo finale domani in serata a Cingoli dopo 11 prove speciali. La presenza dei piloti Pirelli al Rally dell’Adriatico Con una media di tre piloti su quattro che in Italia si affidano agli pneumatici Pirelli per la loro competitività, affidabilità, e tecnologia il Rally dell’Adriatico ha un elenco di protagonisti gommati Pirelli troppo lungo per essere riportato per intero. Accanto ai già citati Andreucci e Testa ricordiamo fra gli altri il francese Sebastien Chardonnet (Ford Fiesta R5)’, il vincitore del titolo Produzione nel mondiale rally 2014 Massimiliano Rendina (Mitsubishi Lancer), Michele Tassone, al comando a pari merito con Testa del Tricolore Junior, il duo Ivan Ferrarotti e Fabrizio Andolfi, che si giocano vittoria e primato con le Renault Clio nel Tricolore Promozione e Luca Panzani, in lizza per il titolo Junior e leader del Trofeo Renault Twingo.

***
Per ulteriori informazioni:
Anthony Peacock • +44 7765 896 930 • anthony@mediaticaworld.com