15
Settembre
2015
|
12:00
Europe/Amsterdam

Pirelli vince nel ‘Produzione’ e spicca al vertice del WRC2

Al debutto con i nuovi pneumatici KHA Rinforzato in mescola dura e KSA Rinforzato in mescola morbida, i piloti dotati di Pirelli hanno offerto prestazioni notevoli sugli sterrati del Rally d’Australia: vittoria fra le vetture ‘Produzione’ e successo sfiorato nella categoria WRC2. Solo una penalità di 10 secondi ed il tempo perso per districarsi fra le mucche che avevano invaso la prova speciale hanno impedito all’ucraino Yuriy Protasov di avere la meglio sull’esperto Nasser Al-Attiyah con la nuova Skoda Fabia R5. Protasov, al volante di una Ford Fiesta R5, è stato ai vertici dall’inizio alla fine contro una forte concorrenza.
Yuriy Protasov
Anche il locale Nathan Quinn con gli pneumatici Pirelli ha vinto la sezione ‘Produzione’ con una Mitsubishi Lancer Evo IX, battendo il campione australiano Scott Pedder. Quinn è anche giunto quarto assoluto nella categoria WRC2 e primo degli australiani in gara. Il portacolori Pirelli al massimo livello fra le World Rally Car, Lorenzo Bertelli, non è stato fortunato, perdendo molto tempo per problemi all’alimentazione del suo motore che lo facevano funzionare a due soli cilindri. Il Rally d’Australia, di base nella zona di Coffs Harbour, è uno degli appuntamenti più insidiosi del calendario iridato, con il suo tracciato che mescola strade sterrate veloci e tormentate su un fondo molto duro, e con temperature ambientali molto elevate. La complessità della gara ha indotto Pirelli ad introdurre le sue nuove gomme KHA e KSA Rinforzato, realizzate secondo la regolamentazione FIA dei ‘jolly’, che consente ai costruttori di aggiornare i propri prodotti nel corso della stagione. In Australia, proprio a causa delle alte temperature ambiente, di fatto sono state impiegate solo quelle a mescola più dura. Terenzio Testoni, product manager Pirelli, ha dichiarato: “Yuriy è andato veramente vicino alla vittoria nel WRC2, che solo un paio di sfortunati contrattempi gli hanno impedito, mentre Nathan Quinn ha dominato nel ‘Produzione’. Tutti i nostri piloti sono rimasti molto soddisfatti delle nuove Pirelli, trovandole più resistenti agli urti ed all’usura rispetto alle precedenti. Anche nelle prove speciali più lunghe del rally, da 50 km, disputate con temperature di 25°C, i nostri pneumatici non hanno avuto alcun problema e tanto meno comparsa di bolle. Il nuovo KHA è stato efficace anche sulle superfici a bassa aderenza, caratterizzate da un pietrisco molto fine, della terza ed ultima tappa, ed in grado di assicurare grip anche nei tratti più scivolosi.” Prossimo appuntamento del Campionato del Mondo Rally sarà sugli asfalti del leggendario Tour de Corse, dal 1 al 4 Ottobre prossimo.

***

Per ulteriori informazioni: Anthony Peacock • +44 7765 896 930 • anthony@mediaticaworld.com